Get Adobe Flash player


Purtroppo sempre più spesso la cultura musicale italiana, non da il giusto spazio e la giusta importanza ai musicisti.

 

E' infatti con mio grande dispiacere  dover constatare, che durante qualsiasi evento musicale si ha a che fare quasi sempre con il musicista finto e con il fenomeno del playback.

 

Per chi non sapesse che cos'è il playback, potrà cliccare qui e scoprire quale atrocità artistica si celi dietro questa parola.

 

Proseguendo posso dirvi che i lati più tristi di questa storia sono molteplici e vorrei elencarvene alcuni.

UNO: i gruppi più pagati e famosi fingono continuamente vendendo spesso fumo ai fans.

DUE: la tecnologia ha fatto passi da giganti e può permettere a persone stonate di trasformarsi in artisti incredibili.

TRE: durante la realizzazione di CD ed incisioni che purtroppo spesso ascoltate durante concerti e serate musicali, errori e imperfezioni sono ritoccati come le foto delle modelle sui calendari, fino a rendere possibile l'impossibile.

QUATTRO: purtroppo televisione e mass-media hanno abituato l'orecchio delle persone all'esecuzione radiofonica di musica registrata, per cui la mente delle persone è troppo abituata alla perfezione e alla pulizia che queste registrazioni offrono.

CINQUE: la maggior parte delle persone non percepisce la finzione dietro alle esibizioni fasulle.

SEI: gente dice al gruppo mettimi su questa canzone  e non conosci questo pezzo? Lo suoneresti?

SETTE: artisti di strada e artisti sconosciuti a volte sono molto più bravi dei blasonati miti che i mass-media ci appioppano!

OTTO: gli artisti più pagati e più famosi fanno le prove davanti allo specchio aiutati da attori, per fingere meglio e per concentrarsi più sull'immagine per il resto ci pensa la registrazione...

NOVE: la legge del mondo, più soldi hai più sarai famoso, non importa se sei bravo.

DIECI: i DJ dicono di suonare, ma in realtà, beh avete già capito, non suonano!

UNDICI: con il playback e un pizzico di apparenza, tutti possono suonare...

 

Mi fermo qui per non arrivare a quota a CENTO...

Però c'è un aspetto positivo in tutto questo.

Quando le persone si ritrovano veramente e finalmente di fronte  a musicisti che suonano bene dal vivo, succede qualcosa di straordinario...

Il coinvolgimento è totale ed emozionalmente irripetibile e di una potenza sconvolgente.

A volte le senzazioni arrivano a toccare parti sconosciute di noi.

 

E a volte occorrerebbe fermarsi a pensare che le persone che state ascoltando, si sono impegnate per farvi sentire questo, e ve lo trasmettono attraverso la musica; anni di studio e ore ed ore passate insieme a provare e riprovare brani che in quell'istante vi coinvolgono così in profondità.

Dietro ad ogni brano potrete sentire anche la soddisfazione che il musicista prova nel suonare attraverso il suo strumento.

 

Un vero musicista che ama la musica prova disgusto nel fingere...

 

Detto questo mi scuso se mi sono dilungato un po' troppo ma credo fermamente che quanto scritto fosse veramete importante...

 

Buon LIVE a tutti!